Vetrine a pavimento: pozzetto e fondo lacustre. Uno

Sono state posate le strutture metalliche per la costruzione delle due vetrine a terra previste nelle sale rispettivamente del Neolitico e dell’Età del Bronzo Antico. Progettate grazie al dislivello esistente tra i pavimenti dell’edificio prima del restauro, ospiteranno due evocazioni (non ricostruzioni) di contesto archeologico di ritrovamento e scavo.

Nella prima vetrina, più piccola, verrà realizzato un pozzetto contenente IMG_5843rifiuti, situazione frequente negli abitati, mentre la seconda ospiterà l’evocazione del fondo di uno specchio lacustre con i resti di insediamento palafitticolo, con sabbia, frammenti di ceramica e di pali: la vetrina sarà chiusa al centro i cristalli e ai due lati con assi di legno (per evocare una passerella); una leggerissima illuminazione diffusa a led aiuterà la visione.

IMG_5842

Le due vetrine saranno calpestabili, perciò evocheranno la collocazione originaria sotto il piano di campagna, e si configurano in termini di sicurezza e visibilità come le vetrine espositive. IMG_5857Una serie di accorgimenti permetteranno un livello di areazione tale da evitare l’eventuale formazione di condensa.

In estate ci sarà la costruzione dei contesti, a cura di Edgar Caracristi, e poi la chiusura con i cristalli calpestabili (spessi poco meno di 30 mm). La ditta che realizza le vetrine è WWS.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...