Luci in museo

Piadena, 17 gennaio 2013 (5)Elettricisti al lavoro per montare i binari sospesi a soffitto che svolgeranno la doppia funzione di portare la corrente alle vetrine e di ospitare i faretti che serviranno per gli accenti di illuminazione delle sale (pannelli, passaggi, alcuni arredi particolari), essendo la luce delle vetrine stesse quasi sufficiente a rischiarare gli ambienti. È un sistema che garantirà soprattutto flessibilità sia nel collegamenti agli arredi, svincolati da eventuali prese a terra, sia nella gestione dei corpi illuminanti che si potranno spostare e variare con facilità.

Nella foto la sala dedicata al territorio, l’unica con pareti di colore grigio,  ma i ripiani delle vetrine che ospiteranno i ritrovamenti ottocenteschi sono rosse, e poi anche il pavimento sarà diverso…Piadena, 17 gennaio 2013 (6)

Gli spazi sono ancora ingombri di scatole e attrezzature varie, l’illuminazione è fornita da fari provvisori e soprattutto siamo in attesa che vengano realizzati i collegamenti con le vetrine per poter visualizzare il risultato.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...