Colori e museo

A proposito di colori non bisogna dimenticare che anche gli oggetti antichi che verranno esposti in museo hanno il loro colore e che spesso non è una caratteristica di secondaria importanza, ma parte integrante del loro significato.

Piadena_6224

Questo è il caso dell’ambra, resina fossile associata nell’antichità, proprio per il suo colore, al sole e alla luce. Nel nuovo percorso espositivo adeguato spazio troverà l’importantissima collana dei Lagazzi, trovata nel 1983 durante gli scavi di Santo Tinè e di Laura Simone. Essa è composta da 17 perle d’ambra e dalle analisi è risultata di provenienza baltica. Provenendo dai livelli di Bronzo Antico avanzato (XVIII – XVII sec. a.C.), è sicuramente uno dei più antichi monili d’ambra così completi a raggiungere l’Italia settentrionale, attraverso la cosiddetta via dell’ambra, che tanta importanza assumerà nei secoli successivi. Quello che colpisce di questa collana è il suo straordinario stato di conservazione, che ha permesso di mantenere attraverso i millenni le trasparenze e la lucentezza di un tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...